Aprire un franchising toner e cartucce: 5 validi motivi per farlo

Aprire un negozio in franchising di cartucce e toner è una delle migliori occasioni di investimento che si prospettano a chi decide di aprire un’attività. Si tratta infatti di un affare sicuro, che spicca per la sua convenienza. Alle cartucce e ai toner è poi possibile a seconda del franchisee, affiancare una varia gamma di servizi, come la vendita di stampanti e accessori tecnologici, articoli per l’ufficio e cancelleria.
Il supporto aziendale, i corsi di formazione e i macchinari sono forniti dalla casa madre che affianca l’imprenditore in tutto il cammino, sollevandolo da molte incombenze e difficoltà tipiche di chi avvia una nuova attività.

Infatti si tratta di prendere possesso di un’attività già avviata, con clienti già fidelizzati, abituati a confidare nella grandezza e nell’affidabilità del marchio. Questi fattori riducono sensibilmente e il rischio imprenditoriale, rendendo il franchising di toner e cartucce un investimento conveniente.

Quali sono i cinque validi motivi per aprire un franchising di cartucce

1. Tutti i pro (e nessun contro) dell’essere proprietario

L’unico proprietario del negozio sarai tu. Questo significa che sarai libero di gestire il tuo negozio e il tuo tempo come più ritieni adeguato, e la casa madre provvederà a seguirti con un’assistenza accurata e dettagliata, con percorsi formativi personalizzati e dedicati alla tua formazione imprenditoriale e gestionale.

Il supporto fornito garantisce sempre un rapido rientro del capitale investito, così che, a differenza di chi apre un’arrività da zero, potrai godere dei vantaggi del franchising. La consulenza della casa madre sarà attiva per tutto il tempo necessario, per guidarti nelle scelte e orientarti nel settore, senza lasciarti solo e sperduto: ricorda che l’azienda guadagna nel formare affiliati competenti e appassionati. Per questo motivo non verrai mai lasciato solo negli aspetti gestionali più difficili e nella burocrazia. Se sei determinato a diventare un piccolo imprenditore, il franchising di toner e cartucce è il metodo più comodo, collaudato e sicuro.

2. Strada spianata

La burocrazia è quasi inesistente: la legislazione italiana propende per la liberalizzazione e incoraggia tutti nell’inreparendere attività di commercio. L’iter burocratico applicato invia esclusiva per chi sceglie di aprire un negozio in franchising è molto semplice: infatti non è necessaria nessuna qualifica particolare o licenza per poter aprire questo tipo di attività. Le mosse da effettuare per aprire un franchising di cartucce sono poche e semplici.

É necessario registrare l’impresa alla Camera di Commercio e aprire una partita IVA. Per il resto è sufficiente inoltrare una comunicazione unica che verrà poi inoltrata a tutti i vari enti competenti (Agenzia delle Entrate, Imps, Inail) sarà la Camera di Commercio a sbrigare questi interventi, e non ci sarà nemmeno bisogno di un commercialista. Questo iter burocratico snello e veloce è di per sè un’ottima ragione per tuffarsi nel mondo del franchising, che si rivela accessibile a tutti senza particolari difficoltà.

3. Risparmio sui costi delle forza lavoro

Un grandissimo vantaggio dell’attività in franchising è che non avrai bisogno di pagare dipendenti: non è necessaria forza lavoro aggiuntiva. Non avrai bisogno di valutare candidati e assumerli, di registrare dipendenti e di preoccuparti di pagare stipendi, risparmiando tempo denaro e preoccupazioni.

Infatti sarai in grado di gestire e sbrigare con professionalità tutti gli aspetti pratici che ti si presenteranno.

4. Formazione professionale gratuita

Tramite una formazione professionale gratuita fornita dalla casa madre potrai prendere confidenza e arrivare a padroneggiare velocemente tutti i prodotti toner e cartucce per stampanti. L’assistenza sarà sempre accanto a te in ogni fase del tuo percorso professionale.

5. Bacino d’utenza già avviato e ben collaudato

Il prestigio del marchio attira i clienti già fidelizzati: l’mpresa quindi decollerà in tempi estremamente ridotti, se si conta che il mercato delle cartucce, dei toner e delle rigenerate è praticamente infinito. Tutti gli uffici nella zona si rivolgeranno alla tua attività e i clienti abituali almeno una volta al mese a seconda delle necessità.

La richiesta di cartucce e toner è altissima, e se si riesce a combinare all’attività anche un servizio di vendita di articoli vari, i guadagni registreranno picchi che per un’impresa start up classica non sono nemmeno lontanamente immaginabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *