La novità dell’università telematica

I benefici dell’università Telematica

Oggi giorno è possibile laurearsi con un costo davvero basso utilizzando l’università telematica, specie per coloro che hanno intenzione di studiare e di migliorare la loro posizione e molto spesso, lavorando non hanno tempo per seguire i corsi universitari. Le università telematiche nono sorte in Italia da ben 10 anni. Le prima università con i loro corsi online nacquero nel 2003 grazie al decreto Moratti. Inizialmente, ancora non era chiaro il corretto funzionamento dell’università online in quanto non era stato ancora regolamentato del tutto e si pensava avesse generato solo lauree “fast food”. Ad oggi il tutto è stato modificato. I corsi che vengono trasmessi online per l’università sono stati finalmente riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della ricerca. Inoltre, iscriversi alla migliore università telematica non soltanto vuol dire seguire online, ma si può andare a seguire anche nei più grandi campus. Ovviamente gli esami devono essere sostenuti obbligatoriamente in sede.

Validità della migliore università telematica

Le università telematiche sono riconosciute dal punto di vista legale, per cui una volta che che si è conseguito la laurea, si potrà partecipare a qualsiasi tipologia di concorso per poter lavorare in seguito nel settore specializzati. Inoltre tra l’università telematica e quella web vi è un’ulteriore differenza, nel primo caso sarà specificato come corso online nel secondo no. Nell’arco di dieci anni, questa forma di università è stata del tutto riconosciuta nel nostro Paese, a dimostrarlo sono il numero degli iscritti circa 63.635 e rappresentano il 4%degli studenti iscritti all’università in Italia. Questa forma di università cresce sempre di più mentre sembrano a diminuire del 7,4% il numero degli studenti iscritti alle università tradizionali.

I costi di una laurea telematica

Per uno studente i costi dell’università rappresentano un tasto davvero dolente. Nel caso di una tradizionale università sono previsti i costi di iscrizione che partono da un minimo del 400 euro fino ad un massimo di 4.000 euro, ovviamente a seconda del proprio reddito, al cui va aggiunta la tassa regionale, il vitto e alloggio, le spese per i testi su cui studiare. Mentre, per quanto concerne una università telematica le spese sono di gran lunga inferiore vanno da minimo 1.500 euro fino a 4.000 euro e non centra il reddito della famiglia dello studente; anche in questo bisogna aggiungervi la tassa regionale a seconda di dove si trova l’università in questione. In questo caso l’unico risparmio sta nel non pagare i libri perchè vengono forniti in modo gratuito sul web e non vi necessità di provvedere al vitto e alloggio in quanto è possibile studiare direttamente da casa.

Novità nel settore

Se conoscete l’inglese sarà possibile scegliere l’University of people e avere dei costi davvero ridotti, nell’arco di un anno si spenderà solo 740 euro, trattasi di un vero e proprio ateneo presente in California che offre formazione senza nessuno scopo di guadagno a tal proposito. Non esistono test per potervi accedere, ma l’unico requisito è la conoscenza discreta dell’inglese. Inoltre si deve esibire un diploma o una laurea se si vuole specializzarsi, all’interno di questo ateneo è possibile usufruire di PhD, Master e Bachelor. E inoltre, sulla laurea non sarà visibile che sia stata conseguita in modo telematico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *