auto usate sicure

Servizi utili, la certificazione dell’auto usata

Oggi come oggi si cerca di risparmiare un po’ ovunque, magari tagliando soprattutto quelle spese che non sono ritenute prettamente necessarie, cioè il superfluo, ma ci sono casi in cui certe spese non si possono evitare e allora si deve trovare un buon compromesso. Per esempio, se ci si trova nella condizione di dover acquistare un’auto, magari per necessità lavorative, la cosa migliore da fare è quella di provare a guardare nel mercato dell’usato in modo da poter risparmiare almeno un po’.

I pro e contro del mercato dell’usato

Ovviamente il mercato dell’usato ha molti pro e qualche contro che va sempre valutato prima di prendere qualsiasi decisione. Tra i vantaggi, sicuramente, c’è quello non trascurabile del risparmio notevole, ma non solo. Oggi infatti nel settore dell’usato si possono trovare tantissimi modelli di auto, molti di più rispetto a quelli del passato, quindi è decisamente più facile portarsi a casa un vero affare. Purtroppo però non è sempre così ed è facile cadere vittima di truffe.

Nelle tv e sui giornali spesso vengono riportati casi di truffe ai danni dei consumatori, tra queste una delle più frequenti è quella dei chilometri scalati, sebbene non sia di certo l’unica.

La truffa dei km scalati

schilometrateLa truffa dei km scalati è una truffa odiosa. Molti venditori disonesti manomettono il contachilometri scalandone diversi in modo da fare sembrare l’auto molto più giovane di quanto in realtà non sia, e così possono venderla a un prezzo maggiore. Il problema però è che in questo modo l’auto non è sicura come si pensa, oltre che si va a pagarla molto di più di quanto effettivamente non valga.  Come ci si può difendere? Riuscire a sventare questa truffa, purtroppo, è molto difficile se non si hanno le apparecchiature idonee. Un automobilista allora non può difendersi? Ovviamente sì, ci sono diversi modi per poter prevenire questa truffa davvero antipatica e rischiosa.

Per prima cosa si deve ispezionare molto bene il veicolo, controllando che non vi siano parti eccessivamente consumate, come pedali della frizione e pomello del cambio. Inoltre si devono controllare con cura tutti i tagliandi effettuati dal venditore negli anni, ma anche questo, purtroppo, non sempre è sufficiente.

Certificazione dell’auto, l’unico modo sicuro per non essere truffati

Nella vendita auto usate tra privati, purtroppo, le truffe sono molto frequenti. Bisogna davvero stare attenti, ma spesso, nonostante l’attenzione, si finisce per essere vittime di raggiri comunque. L’unico modo per difendersi veramente è quello di far certificare l’auto. In pratica si tratta di un servizio molto utile per chi vende e per chi acquista. Si porta l’auto presso un centro autorizzato e la si sottopone a tutta una serie di test atti a verificarne il reale stato attuale. In questo modo si può acquistare serenamente sapendo perfettamente ciò che si sta acquistando. I costi del servizio non sono elevati, per cui vale sempre la pena fare un piccolo investimento in cambio della certezza di avere un usato sicuro.

Per chi vende vale lo stesso discorso, una certificazione equivale a una garanzia di un usato in buono stato e sicuro, per cui vendere l’auto sarà decisamente più facile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *