Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Apr 12, 2019 in Arredamento | 0 comments

Come appendere un tappeto o un arazzo alla parete

Come appendere un tappeto o un arazzo alla parete

Se la propria casa è arredata in stile antico, allora uno degli elementi decorativi da aggiungere alla  dimora per conferire maggiore personalità e classe è senza dubbio un tappeto oppure un arazzo da appendere alla parete del living o di una stanza patronale.

Erroneamente a quanto si pensa la procedura non è difficile, tuttavia bisogna stare bene attenti che ogni operazione venga fatta a dovere in maniera tale che il tutto venga svolto nel migliore dei modi.

Per appendere arazzi o tappeti alla parete è necessario avere a disposizione dei telai o altri materiali in modo tale da fissarli al muro come elemento decorativo.

Tuttavia, per eseguire una corretta procedura, è necessario seguire alcuni step fondamentali.

Posizionare un tappeto o un arazzo alle spalle del divano

Per finalità decorative, sia un tappeto che un arazzo si possono appendere alle spalle del divano o su una parete spoglia della stanza.

Per appendere un tappeto soprattutto se è pregiato bisogna ricorrere a dei materiali che non compromettono la qualità dello stesso, quindi anziché optare alle classiche puntine, sarebbe meglio utilizzare un nastro bioadesivo per parquet.

Naturalmente questo vale se si tratta di un tappeto di piccole dimensioni, altrimenti è bene rivolgere l’attenzione alle punesse.

In particolar modo, bisogna fissare l’elemento di decoro con degli spilli su un panno  di tela per poi appenderlo successivamente con le punesse.

Come fissare l’arazzo su un telaio di legno

L’arazzo è molto più pregiato rispetto al tappeto, soprattutto se si tratta di un pezzo antico.

Se l’intento è quello di appenderlo alla parete per regalare alla stanza maggiore stile ed eleganza, allora in tal caso bisognerà in primis costruire un telaio in legno con dei listelli e in seguito munirlo di due ganci nelle parti laterali in modo tale da poterlo fissare per bene sul muro.

È consigliabile appendere l’arazzo in bella evidenza dove non sono presenti né mobili e né suppellettili.

Se è di piccole dimensioni, un altro consiglio che si potrebbe prendere in considerazione è quello di optare per una cornice in legno o con doppio vetro e mediante l’impiego del nastro bioadesivo appendere l’arazzo.

Come si può denotare dunque, i tappeti o gli arazzi rappresentano un elemento di decoro non di poco conto, costituiscono un valido complemento d’arredo capace di arredare e abbellire la casa in modo sorprendente, ma occorre aver del buon gusto per poter ottenere l’esito sperato.

Tuttavia se si vuole rendere il tappeto come un abbellimento sulla parete, per non sbagliare o cadere in errore durante le varie operazioni appena descritte, sarebbe opportuno rivolgersi a personale specializzato nel settore.

A volte i metodi non sempre garantiscono la tenuta di questi preziosi oggetti, per questa ragione, per evitare di creare danni al tappeto o all’arazzo stesso è bene farsi consigliare sul da farsi.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *