Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Giu 9, 2016 in Imprese edili | 0 comments

Ristrutturare: una realtà quotidiana

Ristrutturare: una realtà quotidiana

Sia che si debba ristrutturare casa, oppure uffici o studi di settore, il rischio sta nello spendere troppo, affidandosi, come accade solitamente, al conoscente tuttofare oppure a diversi professionisti, arrivando decisamente a rischiare che vari contrattempi e problematiche sia strutturali che legali o di gestione dei tempi possano rendere il progetto di una ristrutturazione, un percorso molto ostico, inoltre le leggi cambiano di continuo, per adeguarsi ai nuovi standard, specie nel contesto dello sviluppo eco sostenibile, è necessario ristrutturare, quale è la soluzione più conveniente?

La figura del general contractor: di cosa si tratta?

Per general contractor, si intende una persona o una società che si occupa di gestire un progetto, come nel caso di una ristrutturazione, facendosi carico di gestire dei professionisti nei vari settori, ed occupandosi di tutti gli aspetti concernenti,
dal budget iniziale, creando un preventivo e restando nei parametri per quel che riguarda l’assunzione del personale e la gestione del costo dei materiali, la gestione delle tempistiche, nella realizzazione del progetto, e in ultima analisi, il rapporto con il cliente, con il quale interagisce direttamente per qualsiasi modifica necessaria.

Perché affidarsi ad un general contractor?

azienda-sator-generalGestire una ristrutturazione, sia che si parli di un ambiente piccolo, come una casa, o di un intero stabile, non è cosa facile, spesso ci si trova a non sapere dove metter le mani, ed è proprio in queste situazioni che, rivolgersi ad un general contractor puo’ fare la differenza, vediamo come:

Prima di tutto, un general contractor, si occuperà dell’organizzazione, seguendo il progetto e coadiuvando gli interventi dei singoli professionisti, in modo che tutto venga svolto, evitando confusioni e lungaggini inutili: da questo punto di vista, c’è da dire che il general contractor ha un suo team, ma, anche qualora ci fosse la necessità di interventi suppletivi, conoscendo bene l’ambiente saprebbe come muoversi.

Tutto verrà discusso in prima istanza e ci si atterrà ad un preventivo stabilito, sarà poi compito del general contractor, fare in modo che il budget disponibile sia utilizzato per le singole spese necessarie, laddove, per qualsiasi modifica, il cliente, non dovrà perdere tempo a chiedere informazioni ai tanti elementi impiegati nella ristrutturazione, essendo il general contractor, l’unico responsabile dell’intero progetto: in questo modo, tra l’altro non ci saranno spese impreviste, cosa che avverrebbe se ci si affidasse personalmente ai singoli professionisti.

Il termine “ general contractor chiavi in mano ” si riferisce al fatto che un progetto viene eseguito in tutte le sue fasi, compresa la parte amministrativa e quella relativa ai dettagli operativi finali, ad esempio l’impianto elettrico, termico ed idraulico e loro funzionamento.

Infine se si hanno tempi stretti, nei quali il progetto deve essere ultimato, l‘organizzazione attuata dal general contractor, permette la consegna nei tempi previsti, senza che ci siano sospensioni o imprevisti, che verranno previsti nelle fasi iniziali.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *