Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Mar 4, 2021 in Salute | 0 comments

Brufoli in gravidanza, cause e rimedi

Brufoli in gravidanza, cause e rimedi

Perché si manifestano i brufoli in gravidanza? Ci sono tantissime cause che possono riguardare questa comparsa ma anche dei rimedi totalmente naturale. Scopriamo insieme cosa fare!

Perché compaiono i brufoli in gravidanza?

La gravidanza è uno dei momenti più belli da vivere per una donna, ma è anche vero che si nota un cambiamento completo del corpo. Tra questi vari cambiamenti insorgono anche dei brufoletti che non sono da associare solamente ad un cambio ormonale bensì a tantissime altre cause.

È bene evidenziare infatti che una donna in gravidanza ha una pelle molto più luminosa, liscia nonché levigata con uno sguardo raggiante. Eppure in tutto questo arrivano i brufoletti che compaiono già dal primo mese sino al quinto mese di gravidanza: in linea generale i brufoli sono delle infiammazioni della pelle quando viene prodotta una quantità di sebo maggiore alla normale. È ovvio che tutte le persone con pelle grassa o che hanno sofferto di acne durante l’adolescenza, saranno maggiormente inclini a questo fenomeno.

Le parti del corpo dove questi brufoletti appaiono sono quelli dove la pelle è grassa. Tra queste sono sicuramente da citare il mento, il naso, le guance ma anche glutei – collo e schiena. Sono parti maggiormente compromesse dal sudore, dal contatto con i vestiti e dove la pelle tende a produrre una maggiore quantità di sebo.

Nel mento e sul naso i comendoni si trasformano poi in brufolo infiammato e ci dovrà essere una maggiore attenzione nel trattare la pelle in gravidanza.

Rimedi naturali acne in gravidanza

I brufoli in gravidanza si presentano, come accennato, dal primo mese andando avanti sino al quinto mese. La loro manifestazione può variare da persona a persona, così come il tempo di infiammazione. Ma quali sono i rimedi naturali che si possono adottare per contrastare questa manifestazione?

  • Detersione

La detersione al mattino e alla sera andrebbe fatta anche quando non si nel periodo della gravidanza. Una corretta detersione pulisce la pelle, elimina tutte le scorie nonché il sebo in eccesso così da contrastare la formazione dei brufoli e delle infiammazioni. Anche se i brufoli sono presenti, svolgere una detersione con prodotti delicati, naturali e per pelli grasse cercando di non strizzarli mai e non toccarli.

  • Peeling

La pelle in gravidanza è sempre più delicata e sensibile. Il peeling è molto importante per andare ad eliminare tutte le cellule morte nonché l’eccesso di sebo. Andare ad associare anche un gommage molto delicato che lavora per esfoliare lo strato che resta più superficiale.

È importante non sfregare ma effettuare sempre dei movimenti leggeri nonché circolari. Subito dopo associare una crema specifica così da idratare, nutrire e proteggere la pelle.

  • Cosmetici

Anche i cosmetici devono essere delicati, naturali e non andare ad ostacolare l’ossigenazione della pelle. In effetti alcuni prodotti favoriscono l’infiammazione della pelle. In realtà le creme non devono essere grasse, evitare oli eccessivi per non produrre del sebo in eccesso. Utilizzare ogni sera un panno umido da applicare sulla pelle del viso per 15 minuti: non solo per rilassarsi ma anche per purificare la pelle a fondo

Tra i rimedi naturali inoltre si possono utilizzare i seguenti:

  • Il succo di limone è un tonico che si deve usare una volta alla settimana per restingere, disinfettare grazie alla sua azione antibatterica diretta
  • Anche il miele può essere applicato direttamente sopra le zone che sono compromesse dai punti neri, i pori diventeranno meno visibili e la pelle sarà luminosa
  • Non dimeticare una volta alla settimana di fare una maschera con lo yogurt che ha una fortissima azione depurativa e decongestionante attiva. Il composto potrà essere messo direttamente sulle zone di interesse, lasciando lavorare per 15 minuti e poi risciacquare con acqua tiepida.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *