Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Mar 16, 2020 in Salute | 0 comments

Come sanificare gli ambienti domestici per difendersi dal Covid-19

Come sanificare gli ambienti domestici per difendersi dal Covid-19

Purtroppo il nostro Bel Paese sta attraversando un periodo critico e drammatico a causa dell’emergenza Coronavirus.

Una delle misure di precauzione che deve essere presa per cercare di limitare l’eventuale contagio è quella di pulire a fondo e disinfettare ogni angolo della propria abitazione per evitare qualsiasi proliferazione.

Esperti del settore come la pulitecnica srl sottolineano la fondamentale importanza di adottare qualche accorgimento in più rispetto alle classiche pulizie domestiche.

La biancheria da letto, ad esempio come le tende e lenzuola in tessuto devono essere sottoposti ad un ciclo di lavaggio completo a 90 gradi.

Se non dovesse essere possibile sottoporre quel tipo di tessuto a 90 gradi, si può utilizzare candeggina o prodotti similari.

L’utilizzo dei disinfettanti

La prima premessa da fare è che non bisogna confondere il disinfettare con l’igienizzare. Quest’ultimo termine significa pulire a fondo, eliminando tutto lo sporco e le eventuali incrostazioni.

Il disinfettare, di contro, comporta il debellamento totale di virus, batteri e germi presenti in qualsiasi ambiente: acqua e candeggina restano una soluzione ottimale contro batteri e virus, covid 19 compreso.

Contro i virus un’altra valida soluzione è l’acqua ossigenata accompagnata dall’aceto: si può realizzare un composto con mezzo litro di aceto, 400 ml di acqua e 50 d’acqua ossigenata, agitando prima dell’uso, otterrete un ottimo risultato.

Oltre a tutto ciò che concerne le superfici abitative bisogna fare tanta attenzione anche a quelle cose che non si lavano regolarmente come cuscini e materassi, copri-cuscini e copri-materassi.

Meglio lavare il tutto a 90 gradi laddove sia possibile e aggiungere dell’additivo igienizzante.

Se si prediligono rimedi naturali per i materassi, potreste usare del bicarbonato e dopo averlo fatto agire per qualche ora rimuovere i residui con un’aspirapolvere, ciò però non è un’azione disinfettante.

Rimedi naturali

Per chi vuole ricorrere all’utilizzo di rimedi naturali, uno tra i più utilizzati consiste nel realizzare una mistura di aceto e limone; parliamo di due elementi naturali ed efficaci sia per sbiancare che per sterilizzare.

Riempite un contenitore spray con mezzo bicchiere di aceto e un terzo di succo di limone e spruzzate il composto sulla superficie del materasso.

Strofinatela un po con uno strofinaccio, lasciate agire per un’ora per poi procedere asciugando, all’aria aperta o servendovi di un asciugacapelli.

Cosa fondamentale, prima di rifare il letto dovete esser sicuri che il materasso sia completamente asciutto perché l’umidità è la prima alleata dei batteri.

Anche vaporizzare è un ottimo sistema per eliminare batteri e germi; basta soltanto fare attenzione al flusso di vapore, dovrà essere opportunamente calibrato per evitare di rovinare i tessuti in questione.

Di base degli accorgimenti importanti è obbligatorio averli sempre, ma in tempi d’emergenza batterica come questi, bisogna stare davvero attenti ad ogni dettaglio, avere sempre a disposizione prodotti nati per sanificare o, come abbiam visto, quelli naturali è una scelta obbligata quando si deve far fronte a periodi neri come questi.

L’igiene personale è comunque la cosa che resta primaria, avrete sentito ovunque di lavarvi bene le mani sia con sapone che con detergenti appositi come l’amuchina.

Se non riusciste a trovarla per esaurimento scorte, l’OMS ha rilasciato la ricetta per produrla in maniera del tutto casalinga:

  • 833 ml di alcol etilico al 96%,
  • 42 ml di acqua ossigenata al 3%,
  • 15 ml di glicerina (glicerolo) al 98%,
  • acqua distillata oppure bollita e raffreddata quanto basta per arrivare a 1 litro.

 

 

 

 

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *