Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Giu 13, 2019 in Tecnologia | 0 comments

Come smettere di fumare passando alla sigaretta elettronica

Come smettere di fumare passando alla sigaretta elettronica

Numerose sono le persone che vogliono limitare o anche smettere totalmente di fumare, ma la cosa potrebbe risultare alquanto difficile.

Tuttavia, in molti decido di affidarsi a metodi alternativi quali passare all’uso della sigaretta elettronica.

Ovviamente bisogna scegliere il modello giusto dal momento che in commercio ne sono presenti numerosi e soprattutto imparare quale liquido utilizzare: vi sono quelli che contengono nicotina e anche quelli che ne sono totalmente sprovvisti ma che hanno degli aromi particolari.

Ecco che abbiamo ideato una serie di utili consigli e di fattori da considerare come ad esempio le varie componenti presenti in una sigaretta elettronica, in modo da giungere all’acquisto di una sigaretta elettronica che possa soddisfare le proprie esigenze.

La e-cig è composta da molti elementi, vediamo dunque come sceglierla nel migliore dei modi in base ai suoi componenti.

Gli elementi che compongono una sigaretta elettronica

Uno tra i principali componenti di una sigaretta elettronica è il drip tib.

Si tratta di un tubicino che si porta alle labbra come il filtro, la cui funzionalità è quello di aspirare il vapore.

In commercio ce ne sono di tanti modelli e tipologie, ma per scegliere il prodotto migliore l’attenzione deve essere basata sul materiale con cui è realizzato.

Ce ne sono in plastica, resina, metallo o pietra ceramica. A seconda del tipo di materiale dunque, potrai ottenere un fumo caldo o freddo.

La cartuccia, invece, si trova nel filtro e va sostituita quando si esaurisce: solitamente la sua durata media è dalle 150 alle 200 volte.

Altro elemento fondamentale è la resistenza caratterizzata da un piccolo bottone che serve ad aspirare il vapore.

La sua funzione è quella di riscaldare il liquido per poi vaporizzarlo. La resistenza si trova collocata nell’atomizzatore.

L’atomizzatore è indispensabile all’interno della sigaretta elettronica perché permette di effettuare la vaporizzazione e in mancanza di esso, il liquido non potrà essere vaporizzato.

La maggior parte delle sigarette elettroniche dunque, montano un atomizzatore composto da una lega di metallo leggera ma resistente a urti e cadute, come il caso del preco mtl.

Come tutti i dispositivi elettrici che si rispettino, anche la sigaretta elettronica è dotata di una batteria.

Per far sì che il dispositivo sia sempre funzionante, è preferibile sceglierla ricaricabile.

Per farla durare più a lungo possibile, molti produttori scelgono quella al litio.

Liquidi e aromi: quali scegliere

Questo è l’aspetto che piace di più agli amanti della sigaretta elettronica. Sono realizzati con glicerina e glicole propilenico.

In questo caso puoi decidere o meno di aggiungere la nicotina.

Tuttavia, se il tuo scopo è quello di toglierti il vizio del fumo, allora ti consigliamo di ridurla gradualmente.

Uno dei vantaggi delle e-cig è che non c’è catrame, quindi non aspiri fumi tossici anche se è presente la nicotina al suo interno, tuttavia puoi scegliere di ridurla mano a mano fino a non introdurla più.

Con questi piccoli suggerimenti ora avrai le idee più chiare e potrai fare un acquisto molto più consapevole.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *