Pages Menu
TwitterRssFacebook
Categories Menu

Posted by on Giu 7, 2021 in Web Marketing | 0 comments

Dopo quanto tempo si vedono i risultati di una campagna SEO

Dopo quanto tempo si vedono i risultati di una campagna SEO

Una delle più grande ansie nella vita – per lo meno di tutti quelli che lavorano nel web e dipendono fortemente dai motori di ricerca – è l’attesa dei risultati della campagna SEO portata avanti per migliorare la posizione del proprio sito negli indici di visibilità. In questo senso, l’assenza di tempistiche precise è una costante con cui è necessario fare i conti.

I forum e i blog di settore sono tempestati dalle domande di coloro che vogliono sapere dopo quanto tempo la campagna SEO darà i suoi frutti; a volte, qualche creativo si spinge fino a chiedere quanto tempo dedicare ad una SEO e quanto investirci economicamente per avere risultati veloci e duraturi. Tutte domande di facile formulazione ma di difficile risposta.
Ad ognuno dei quesiti posti sulla questione la risposta è una ed una soltanto: ”è soggettivo e dipende da molteplici fattori non correlati esclusivamente alla tua campagna per aumentare il posizionamento”. Considera infatti che oltre alla SEO, i fattori che influenzano l’ottimizzazione di un sito internet sono molteplici. Inoltre, devi tenere conto che anche i tuoi competitor mettono in atto le tue stesse pratiche e la concorrenza è forte. Di conseguenza è evidente che il destino del tuo sito web non dipende solo da te.
Partendo dal punto fermo che non ci sono tempi certi e soprattutto fattori oggettivi per decretare il successo e il tempo di effettività di una campagna SEO, per migliorare la tua collocazione eccoti una serie di consigli che, se seguiti con dovizia di particolari, ti aiuteranno a fare arrivare prima i risultati: Focus sulla qualità della SEO e sui link in entrata prima di tutto!

La qualità della SEO per aumentare i visitatori mensili

Se è vero che con una buona SEO non è possibile dire in quanto tempo si vedranno i risultati, è sicuro dire che con una SEO scarsa non se ne avrà alcuno nemmeno sul lungo periodo. Per questo motivo, per vedere il prima possibile i risultati della campagna SEO è necessario investire molto sull’individuazione delle c.d. ”domande spontanee”.
A differenza del vecchio sistema di ottimizzazione basato su parole chiave, infatti, oggi la collocazione dei siti avviene grazie all’individuazione delle domande che si pone l’utente alla barra di ricerca di Google, solitamente individuate in due o tre parole al massimo. Questa nuova modalità nella SEO si è resa necessaria dal cambio di abitudini degli utenti, che adesso cercano con più dettagli le risposte alle loro domande, e all’avvento degli assistenti vocali. Per questo motivo per capire come riuscire velocemente ad avere i risultati della tua campagna SEO devi concentrarti in primis su questo aspetto.

Link in entrata: il motore trainante della tua pagina web

Se il modo di scrivere ottimizzato per motori di ricerca è cambiato, ciò che non è cambiato è l’importanza dei link in entrate per l’aumento di visibilità e visite del tuo sito internet. Più link in entrata possiedi e più velocemente vedrai i risultati della tua campagna SEO. Tuttavia, vieni in considerazione che non si tratta solo di numeri: ci sono infatti una serie di parametri e variabili che devi tenere in considerazione, soprattutto su qualità dei link e nella velocità con cui li accumuli.
Per quanto riguarda la qualità, cerca di ottenere link in ingresso verificati e riconosciuti favorevolmente sia da Google che dai naviganti. Farsi indicizzare in gran massa da siti con ranking basso ti penalizza molto sia agli occhi dei visitatori che agli occhi del motore di ricerca che, anzi, potrebbe persino appiopparti una penalizzazione. Per questo motivo, per una campagna SEO veloce è importante concentrare i propri link su siti pertinenti all’argomento: parola d’ordine qualità più che quantità!
Altro aspetto su cui è possibile essere penalizzati, subendo un rallentamento nel progetto di sviluppo del proprio sito web è la velocità di acquisizione. Visto il moltiplicarsi di tecniche di cracking volte alla proliferazione di siti di bassa qualità – molte volte con lo scopo di spargere virus o siti di phishing – Google penalizza tutti quei siti con uno storico di acquisizione irregolare o sospetto, sulla base di parametri oggettivi, consultabili nell’apposita sezione delle risposte alla SEO.
In questo senso, nel caso in cui il sistema automato di Google riscontri una crescita irregolare dei tuoi link in ingresso, soprattutto se provenienti da domini poco attendibili o non verificati, ti etichetterà una penalità che ti farà scendere di molto nei risultati di ricerca degli utenti. Evita questo tipo di link facendo un controllo periodico per ottenere velocemente i risultati della strategia SEO.

Considerando come presupposto il rispetto dei punti sopra elencati, senza tenere in considerazione fattori quali budget e competitor, ragionare per linee generali sul tempo e sui modi di porre in essere una campagna SEO è sicuramente un buon esercizio da cui puoi prendere spunto per pianificare la strategia SEO per il tuo sito web.
Inizia subito redigendo una lista con le parole chiave più usate dai competitor per avere un’idea di quali possano fare al caso tuo, iniziando subito ad affinare la tua SEO, utilizzando in gran massa le parole chiave più usate, prenditi circa 2 mesetti per fare un lavoro di labor limae mentre osservi i risultati. Nei mesi successivi, lavora sui contenuti e sullo sviluppo di un backlink corposo che tenda ad escludere i backlink di pessima qualità, ripetendo il lavoro di ricerca svolto nei primi due mesi sulle parole chiave nel caso sia necessario aggiornarle.
Ad un ritmo normale, nel rispetto delle linee guida elencate, nel giro di 6 mesi sarai in grado di vedere i risultati della tua campagna SEO, raccogliendone i frutti a piene mani.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *